villaabacus

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Archivio gare 2018 Gare su strada VIVICITTA’ A PORTO CESAREO

VIVICITTA’ A PORTO CESAREO

E-mail Stampa PDF

portocesareoLa corsa più grande del mondo è sbarcata  nel Salento. Domenica  15 aprile si è svolta a Porto Cesareo  una delle tappe dell’edizione 2018 di Vivicittà,   che richiama migliaia di atleti professionisti e non, in tante città italiane ed estere. Ogni anno Vivicittà ha un tema per cui battersi: la pace, i diritti umani, il rispetto ambientale, l’uguaglianza sociale, la solidarietà tra i popoli affinché la libertà di correre non sia un privilegio di pochi.

Lo slogan di questa edizione  è stato “attività sostenibile” per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica su un tema attualissimo, la vivibilità ambientale e sociale. Una corsa per promuovere un nuovo modello di sviluppo basato sul rispetto dell’ambiente e per tutte le persone. Ma essendo anche una corsa podistica messaggera di pace e di convivenza, la UISP, in collaborazione con la Fondazione Terre des Hommes, ha voluto sostenere i bambini che fuggono dalla guerra in Siria.

 La gara,  organizzata dall’UISP Lecce, in collaborazione con la Fidal Lecce e l’Action running Monteroni,  è stata inserita nel circuito locale Salento Tour che, nell’occasione, è arrivato alla  2^ tappa,  con il patrocinio della provincia di Lecce, del comune di Porto Cesareo e del Coni.  1000 i partecipanti in tutto, tra la competizione  di 12 km e la passeggiata di 6 km. Due i giri previsti tra le vie interne e il lungomare, tratto sicuramente più suggestivo ma praticamente  più difficile, tra molteplici svolte “a gomito” e passaggi su sabbia, pietra e passerelle in legno. Difficoltà indubbiamente non percepite dal velocissimo Quarato Francesco, podista del  team Pianeta sport Massafra, che ha percorso i due giri in 39:54, vincendo meritatamente questa importante manifestazione. Solo 6” in più per Varallo Antonio, AS Actionrunning Monteroni 40:40. Terzo assoluto  D’Amico Antonio, Action Ruinning 41:37.

Tra le donne c’e stato il trionfo di Emanuela Gemma, (46:28),  Tre Casali San Cesario, ha corso per tutta la gara al fianco di una podista venuta da Locorotondo, Marta Alò ma nel tratto finale  la grinta della salentina ha avuto la meglio staccando di un solo secondo la podista  dell’Alteratletica Terzo posto per Luana Boellis, La mandra Calimera (46:39).

41 gli abacussiani presenti alla seconda tappa del Salento Tour. Primo fra tutti l’inarrestabile Massimiliano Greco, le fatiche della Maratona di Roma, svolta domenica scorsa,  non hanno condizionato le sue prestazioni, solo 44 minuti per fare i due giri e raggiungere traguardo e podio come 7° di categoria. Un minuto in più per Alessandro Damone, 5° di categoria. A seguire: Stefano Bardi, 45:34,  9° di categoria; Angelo Trevisi, 47:11; Pasquale Tondo, 48:21, 5° di categoria; Michele Epifani, 48:56; Luigino Lolli, 49:35; Mauro Ciccarese, 51;24. Anche Mauro ha partecipato alla Maratona di Roma, dopo aver finito la sua gara, da buon cavaliere, ha percorso il giro a ritroso per incoraggiare le donne abacussiane. Grande Mauro. Luciano Guerrieri ha recuperato in pieno la sua forma fisica dopo il lungo e forzato stop, 52:14 il suo tempo; Davide Miccoli, terzo maratoneta romano (52:17); Arsenio Romano (53:20); gradino più alto del podio per Antonio Zanco, 53:22 ; Giovanni Cairo, 54:21; Fernando Spagnolo, 56:20; Vincenzo Panariti,  56:30; Massimo Caragiuli, 59:13; Antonio Guerrieri, 53:38. Un piccolo infortunio ha rallentato la corsa di Giuseppe De Mitri che è arrivato al traguardo insieme al presidente Giovanni Dell’Atti, 53:35; Rossano Mazzotta, 1:00:50; Mino Visconti, 1:01:24; Mimino Scalinci 1:01:30; Massimo Cremis, 1:02:47; Rosy Scalinci, 1:03:47, 7^ di categoria; Alessio Imperiale, 1:04:44; Andrea Metrangolo 1:05:15; Gaspare Bilardello e Cristian Ala, 1:05:13; Selika Epifani 1:06:07. Selika ha recuperato parte della sua “velocità” e si è piazzata all’8° posto di categoria, peccato che non è salita sul podio per aspettare la pubblicazione della classifica: sarà per la prossima gara; Emanuela Rubino, 1:07:22, 10^ di categoria. Una settimana intensa di palestra  ha condizionato la corsa di Patrizia Grasso,  1:07:38 il suo tempo e un bel 6° posto di categoria. Un altro bel primo posto di categoria per Luigi Miccoli 1:07:48, solo 7” in più per sua figlia  Loredana; Cinzia Miccoli e Daniela Perrone, 1:09:11; Grazia Lombardo 1:09:42; Federica Perrone, 1:11:44; Stefania Masi 1:13:34;  Rosalba Lombardo, 1:14:05, 8^ di categoria . Ultima arrivata in casa Abacus Anna Baldassarre,  a lei va un grande applauso da tutti noi per il coraggio e la tenacia, fino ad un mese fa percorreva solo la metà dei km ma a Porto Cesareo ha dimostrato di credere davvero in se stessa e nella corsa. Brava Anna, continua così.

L’Abacus torna a cassa vittoriosa, ben 10 podi individuali e un trionfale 3° posto di società. A salire sul podio il presidente Giovanni Dell’Atti e la nostra cara vice Giusy Miccoli. Per ora ci accontentiamo di vederla sorridente e felice per la società ma confidiamo nella sua prossima ripresa per ritirare un bel premio personale.

Archiviata la 2^ tappa dl Salento Tour tutti pronti a gareggiare  per la 3^ a Melissano.

CLASSIFICA

CLASSIFICA INDIVIDUALE SALENTO TOUR     CLASSIFICA DI SOCIETA’


Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Aprile 2018 18:07