villaabacus

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Archivio gare 2018 Gare su strada 8^ CORRI A LECCE, TRA SPORT E SOLIDARIETA’

8^ CORRI A LECCE, TRA SPORT E SOLIDARIETA’

E-mail Stampa PDF

lecceFebbraio chiude il sipario delle gare salentine nella capitale del barocco leccese, e anche se, domenica 25 , il sole era latente e prendevano il sopravvento le nuvole, grigie e tristi,  ci hanno pensato i quasi 2000 podisti, professionisti e amatori, a irradiare allegria e colori. L’8 edizione della “Corri a Lecce”, organizzata splendidamente dalla ASD GPDM, si è chiusa nel migliore dei modi considerando anche il fatto che a soli 200 km, nella terra che ha dato i natali al grande Pietro Mennea, Barletta, si svolgeva un’altra importante Half Marathon con  2700 partecipanti, molti dei quali salentini.

Anche quest’anno, oltre alla mezza maratona e alla 10,2 km, riservate ai podisti. si è tenuta la “Corri e cammina nel Barocco”, camminata di 7 km per le vie del centro storico,  dedicata non solo agli   amatori e ai semplici cittadini, ma soprattutto agli amici disabili (grazie al progetto solidale “insieme si Può”), e ad una trentina di ragazzi richiedenti asilo. Questi ultimi hanno partecipato con una maglietta azzurra, colore universale del cielo e della pace, con messaggi contro ogni forma di razzismo.  Una domenica in cui sport, solidarietà e aggregazione sociale sono stati, e dovrebbero essere sempre, il fil rouge.

Dei 1091 podisti che hanno preso parte alla Mezza maratona i primi tre uomini a percorrere più velocemente i due giri del centro storico di Lecce sono stati: Aich Youssef, A.S,D Pod Il Laghetto (1:10), Luigi Zullo, Running Team D’Angela (1:10:39) e Villazala Carton Christian, ASD N.E.S.T. (1:13:35). Podio femminile per Janat Hanane ASD Pod Il Laghetto (1:21:19), Paola Bernardo, ATL amatori Corigliano (1:25:16) e Gemma Emanuela, Tre Casali San Cesario (1:25:36).

La 10,2 km è stata vinta da Trifone  Busto, Running Team D’Angela (35:52), seguito da Vincenzo Di Toma, Polisportiva BPP (36:50)  e da Orlando Rossetti, promessa dell’ Apuliathletica, non ancora diciottenne ha chiuso in   38:02.  Podio femminile per Sara Grasso, A.S. Parabita (42:10), Manola Ponzetta, Salento is running (43:14) e Maria Grazia Distante, A.S.D. Tre casali (44:26).

26 gli abacussiani presenti a Lecce, equamente divisi nelle due competizioni. I “vertici” della società, Presidente (Giovanni Dell’Atti), Vice (Giusy Miccoli)  e Responsabile Master (Antonio Guerrieri)  erano impegnati  nella Mezza  di Barletta insieme a Massimiliano, Arsenio, Vincenzo e Massimo.  Alla distribuzione dei pettorali ci ha pensato Alessandro Pinna spalleggiato teatralmente dal grande Arturo che, dal gradino più alto dell’Obelisco,  salutava i tanti amici podisti dispensando cordialmente allegria.

I primi a chiudere la bella competizione, per ovvie ragioni, sono stati i partecipanti della 10,2 così posizionati in ordine d’arrivo:  Fernando Spagnolo  (46:51), il neo iscritto Massimo Cremis (52:30), la grande Patrizia Grasso,  (53:40), Rosy Scalinci, allegra e colorata (54:13),  Cosimo Scalinci, sempre gentile a dispensare incoraggiamenti (55:20), il nostro atleta dell’anno Luigi Miccoli che ha coinvolto anche la figlia Loredana  arrivando insieme al traguardo (57:10), Grazia Lombardo (59:40) e cugina  Rosalba al seguito. In questo punto della classifica si notano i nomi dei due fratelli Epifani, Roberto e Selika. Sicuramente a molti sarà sembrato anomalo vedere il nome di Roberto nella penultima pagina della classifica, ma la sua partecipazione è stata “straordinaria” e soprattutto dovuta ad una promessa fatta alla sorella. E’ stato emozionante vederli correre insieme  e soprattutto sentire Roberto, neo Istruttore Fidal, mettere in atto per la prima volta gli insegnamenti appena acquisiti . Chiudono le fila     Carla D’Elia e un’altra neo iscritta,  Stefania Masi.

Della più impegnativa mezza il più veloce è stato  Stefano Bardi (1:24:22) seguito da  Alessandro Damone (1:27:43). Dopo troviamo un altro nome che mancava da più di un anno dalle  classifiche podistiche, Luigi Zaurito (1:30:05). L’attesa è stata lunga ma, diciamo pure, ben ripagata per la splendida prestazione. Ottimi anche i tempi  di Cosimo Fiore (1:30), di Mauro Ciccarese (1:31:10), di  Michele Epifani (1:33:08), di Luigino Lolli (1:33.27), di Giovanni Cairo (1:39:38) e di  Fabrizio Dell’Anna (1:40). Prima prova sulla lunga distanza per il neo abacussiano, Andrea Cacciatore, (1:41:52) campione in un’altra disciplina sportiva, la bici, ma, a quanto pare, anche nel podismo. Poi ancora  Alessandro Pinna (1:45:03) seguito da un'altra new entry in casa Abacus,  Marco Mazzotta (1:47:45). Anche Marco ha “parcheggiato” momentaneamente la bici per dedicarsi alle corse a piedi. Per ultimo, ma non per importanza,  Arturo Fedele, in modalità relax come aveva platealmente annunciato  (1:58:20).

Le due competizioni si sono differenziate anche nel traguardo, Porta Rudiae per la 10,2 e Porta Napoli per la Mezza. Questa differenza ha diviso anche i sostenitori con conseguenti “zone d’ombra” sugli interessati della breve distanza. Un po’ per la stanchezza e un po’ anche per l’aria che iniziava a diventare frizzante non tutti sono arrivati davanti alla splendida Porta Napoli. Un pizzico  di amarezza per non aver visto la premiazione di Rosy Scalinci, seconda di categoria, soprattutto perché abbiamo perso il suo piccolo, quanto piacevole, show. Ma la giornata si è chiusa comunque  in bellezza  con le premiazioni di Luigi Miccoli, primo di categoria e di Patrizia Grasso, seconda.

Ora tutti a proiettati  al Cross di Martano dove, domenica 4 marzo si disputeranno i campionati provinciali individuali e di  società  di Cross

Classifica 21   -Classifica 10

L'album di foto è Lecce + Barletta