villaabacus

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Archivio gare Gare su STRADA nel 2017 VALLE DELLA CUPA, TRA SPORT E SOLIDARIETA’

VALLE DELLA CUPA, TRA SPORT E SOLIDARIETA’

E-mail Stampa PDF

Monteroni1Monteroni -Una fitta nebbia autunnale ha velato le prime ore di domenica 22 ottobre  ma si sa che  la nebbia del sud è solo preludio di una splendida, quanto calda e umida,  giornata di sole. E così è stato. Non poteva esserci giornata migliore per l’A.S Action Running di Monteroni che ha perfettamente organizzato ben tre manifestazioni di un certo spessore, la 4^ Mezza Maratona della Valle della Cupa, la 2^ Corri nella Valle della Cupa e la 1^ cammina nella Valle della Cupa.  con il patrocinio dei comuni di Monteroni e Arnesano e della provincia di Lecce.

La camminata non competitiva è stata la prima a partire, tanti i volontari che percorrendo solo 5 km hanno voluto dimostrare che la solidarietà ben si sposa con lo sport. Il ricavato della camminata  è stato devoluto in beneficienza ai bambini di CUORE AMICO.

Il percorso, con qualche piccola variante rispetto alle altre edizioni partiva da piazza della Repubblica e dopo un breve tratto cittadino si snodava tra le campagne di Monteroni e Arnesano. All’8° km il bivio che divideva le due competizioni con l’arrivo allo stesso punto della partenza.

E’ bastata  1:13:32 a Luca Quarta per raggiungere il traguardo vittorioso onorando al massimo la sua squadra organizzatrice, solo 30“ di distacco per Antonio Redi (SSD ARL Dynamic Fitness), terzo posto per Crystian Bergamo  (ASD La Mandra) con 1:15:34. Prima donna una fortissima e sorridente Francesca Labianca (Alteratletica) 1:26:42, secondo posto per Emanuela Gemma  (Tre Casali San Cesario) 1:29:37 e terzo posto per Luana Boellis, (ASD La Mandra), 1:31.54.

 La gara dei 9,5 km ha fatto volare Daniele Miccoli (ASD Atletica Carovigno) 28:02, seguito da Gianpiero Bianco (AS DOF Amatori Turi)  30:29 e Francesco Paladini (ASD Atletica Leverano) 31:32. Prima donna Delia Mastrorosa (Atletica Monopoli) 38:33, Marivanna Taurino (Action Running Monteroni) 43:19 e Antonella Cortese (AS Atletica Gallipoli) 43:50.

23 le tute arancio che spiccavano in piazza della Repubblica,   19 gli abacussiani impegnati sulla lunga distanza e 4 sui comodi 9,5 km . I momenti che hanno preceduto la gara sono serviti a stemperare un po’ i timori degli esordienti nella mezza maratona, Angelo, Mauro, Alessio,  Giusy e  Selika. Ognuno di loro aveva una preoccupazione diversa ma tutti erano accomunati dalla stessa adrenalinica emozione. Tutti a chiedersi quanta strada avessero percorso prima di quest’evento, quale tabella avessero seguito e quale aspettativa nutrissero. Lo sparo dello start ha inevitabilmente sciolto tutti i loro dubbi. E l’arco blu  del traguardo con tanto di display rosso luminoso ha fatto il resto.   

Primo abacussiano a passare sotto l’arco blu l’immancabile, superveloce e vincente Massimiliano Greco, prima del tappetino rosso ha salutato e sorriso alla sua amatissima figlia, Carlotta, 1.22:52 il suo tempo, un  bel  podio come 6° di categoria e una buona preparazione per le sue prossime competizioni, Imola-Atene-Lecce. Secondo tra gli abacussiani un grande  Giuseppe De Mitri, il suo obiettivo era il personal best e con impegno e caparbietà ha tagliato il traguardo dopo  1:26:27 salendo sul podio come secondo di categoria e raggiungendo soddisfatto quanto si era prefissato. 1:28:45 il tempo di Stefano Bardi, il display si è fermato a 1:29:53 per Angelo Trevisi; 1:38:41 il tempo di Carmelo Cairo;  1:38:51 per Antonio Zanco, solito passo con il capo chino, solito tempo e solito primo posto di categoria, Antonio è il nostro punto di forza. Solo 40” in più per Davide  Miccoli; Michele Epifani, in piena preparazione per la Maratona del Barocco è arrivato da Salice Salentino in corsa sfidando, di prima mattina,  nebbia e automobilisti, 15 km sulle gambe e 1:42:20 per affrontare il resto. Stesso tempo sul display rosso per Mauro Ciccarese, felice e soddisfatto per il traguardo raggiunto; Arsenio Romano, in preparazione per la Mezza Maratona di Imola ha impiegato  1:42:20; Arturo Fedele e Alessandro Pinna hanno fatto da cavalieri alla nostra vicepresidente Giusy Miccoli,  1:45:00 era il tempo che il buon Arturo aveva promesso all’esordiente compagna di squadra, 1:45:29 il tempo sul display rosso mentre il sorriso  felice e soddisfatto di  Giusy aveva gli stessi colori dell’arcobaleno, sia per il traguardo che per il podio come 7^ di categoria;  il presidentissimo Giovanni Dell’Atti ha fermato il crono a 1:47:59; Fernando Spagnolo è arrivato al traguardo sofferente per la ricomparsa di un vecchio risentimento muscolare, 1:51:52 il suo tempo. Claudio Lombardo è stato costantemente al fianco dell’altra esordiente di casa Selika Epifani, 2:06:13 il tempo, che è passato in secondo piano per Selika, esperienza unica ed entusiasmante, a lei è piaciuto soprattutto lo spirito sportivo di tutti coloro che l’hanno affiancata, quello spirito che si instaura inevitabilmente sulla lunga distanza, una piccola tribù in pantaloncini e scarpe da ginnastica che si riconosce pur senza conoscersi e si sente legata pur senza condividere altro se non una comune passione.  Ultimi due abacussiani impegnati nella mezza Gaspare Bilardello e Alessio Imperiale 2:08:43.

Quattro gli abacussiani che si sono cimentati sulla breve distanza, gara tranquilla per i due Scalinci di casa,  Mimino e Rosy  48:44;  Stefania Fiore ha dimostrato di saper gestire una gara, è partita in modalità tranquilla e km dopo km ha aumentato il suo ritmo ,  50:52 il suo tempo. Anche questa volta, la sottoscritta, Grazia Lombardo ha trovato degli ottimi compagni di corsa, Anna Orlandi e Mauro Lombardi della Tre Casali San Cesario, impegnati nella mezza maratona erano concentrati a mantenersi costantemente su un ritmo di 5’40” a km, parlando dei prossimi impegni podistici si incoraggiavano a vicenda puntando soprattutto  a far mantenere lo stesso ritmo alla sottoscritta che hanno scortato fino all’8 km. Le aspettative non sono state disattese, hanno mantenuto tutti e tre lo stesso ritmo, 1:59:17 per i due podisti della Tre Casali, media 5:39, 50:52 il tempo della sottoscritta, media 5:34. Meglio di così. Chiude serenamente le fila abacussiane  Carla D’Elia ( 56:02).

Tantissimi i podi per le due competizioni. In casa abacus sono saliti sul podio Selika, Giusy, Massimiliano, Giuseppe e Antonio Zanco. Ma spesso i vincitori migliori sono quelli che non hanno bisogno di un podio ed è bello immaginarne uno virtuale di 4 elementi (senza gradini) per un bel poker della solidarietà sportiva. Meritavano di salire il nostro prezioso, indispensabile simpaticone Gianky Cairo, in sella ad una mountain bike ha consumato il percorso per dispensare incoraggiamenti, offrire aiuto e regalare quella frizzante ironia che serve quando la fatica prende il sopravvento. Claudio Lombardo si è sacrificato, e non poco, per stare costantemente al fianco di Selika, ansiosa e preoccupata per l’esordio, a lui va un  particolare e grandissimo ringraziamento della sottoscritta, si sa i figli so’ pezzi ‘e core. A Simone Lucia che domenica  si è spogliato di bandana gialla e gonnellino fru fru, ha indossato occhiali da vista e completo da ciclista, ha seguito tutti e come un ottimo profumo dalle molteplici e misteriose fragranze ha diffuso nell’aria l’essenza dell’entusiasmo, dell’incoraggiamento, dei silenzi fatti  di sguardi e di gesti, delle tattiche, dei  complimenti e delle  previsioni.  Lo sport ha bisogno di profumo. Per chiudere il poker un grande premio lo meritavano tre  podisti della Nuova Atletica Copertino che, ignorando completamente il tempo si sono fermati a 100 metri dal primo arco blu  per soccorrere un compagno di squadra che aveva completamente perso le forze, con grande fatica lo hanno preso in braccio tagliando in gruppo il traguardo. Una solidarietà commovente, espressione concreta di quel senso di condivisione e altruismo che dovrebbe governare in tutti gli sport e nella vita di tutti i giorni.

Un piccolo ringraziamento va al nostro caro speaker Antonio Tau che riesce a intrattenere le attese della domenica mattina in modo semplice ma professionale, serio e confidenziale allo stesso tempo, ormai conosce le divise come se facessero parte del suo abbigliamento e i podisti come se fossero amici di sempre e grazie al quale nessuno è mai stato un numero.

Appuntamento a Novoli prima per la XXXII Stracittadina e a Roma per la 10^ Corsa dei Santi. 

Classifica



Ultimo aggiornamento Martedì 24 Ottobre 2017 21:34