villaabacus

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Archivio gare Gare su STRADA nel 2017 ABACUSSIANI TRA APPLAUSI E DIVERTIMENTO

ABACUSSIANI TRA APPLAUSI E DIVERTIMENTO

E-mail Stampa PDF

cavallino1Cavallino 8/10/2017 -Un bel venticello di tramontana, che ha regalato brividi di entusiasmo misto a frenesia, ha condiviso la scena, nella mattinata di domenica 8 ottobre, con un autunnale sole, durante la III edizione del TROFEO DEI MESSAPI, valida come penultima prova del Salento Tour, organizzata in collaborazione con l’Università degli studi del Salento, dalla straripante ASD TRE CASALI SAN CESARIO con i suoi 111 iscritti,

al momento della foto ufficiale, il palco, destinato alle premiazioni e non proprio piccolo, a fatica li ha contenuti tutti: un colpo d’occhio bellissimo vederli insieme nel giorno più importante per ogni società podistica. Rilevante anche il numero degli iscritti: 700 atleti che puntualmente (si fa per dire) hanno popolato la bella e accogliente piazza Sigismondo Castromediano, fulcro dell’intera manifestazione e che domenica, insolitamente, si è animata già nelle prime ore della mattinata e soprattutto si è colorata grazie agli abbigliamenti più o meno sgargianti, più o meno belli di noi atleti. A proposito di colori non riesco a tenere per me una nota di “colore” servitaci da quel simpaticone del nostro amico Enzo (Bagnardi) e chi se non lui, il quale, giunto in piazza (evidentemente ancora assonnato) ha pensato bene di avvicinarsi al primo gruppo di maglie color arancio che si è trovato davanti, per poi pensare “tutti nuovi sono, non ne conosco nemmeno uno”,ebbene si, per pochi secondi, si era unito agli amici della Podistica Parabita che hanno i nostri stessi colori , unico Enzo, no comment...

Alle ore 9.30 è partito il serpentone umano che ha attraversato il paese per ben due volte affrontando un percorso di due giri che si è snodato prevalentemente nelle zone urbane, con due momenti in…salita, e per un totale di circa due km nella zona sterrata del Museo Diffuso, un’area aperta che si attraversa a piedi ed unisce in un unico percorso il paesaggio rurale, gli scavi archeologici messapici e le trasformazioni operate dall'uomo nel territorio nel corso dei secoli. In questo sito archeologico, lo stretto percorso destinato a noi atleti, ci ha messo in riga come tanti soldatini per cui, con il vento che ci “disturbava” particolarmente, è stato più comodo anzi, quasi naturale, ripararsi dietro al compagno che ci precedeva, ahimè per il primo che non ha potuto usufruire di questa possibilità, ma sicuramente…… non ne avrà sentito la necessità!!!

Organizzazione ineccepibile sotto ogni aspetto e ci complimentiamo con la società che ha fatto gli onori di casa la quale ne ha scrupolosamente gestito ogni momento con risultati vincenti . E decisamente vincente è stato l’atleta top della Amatori Cisternino, NJIE NFAMARA, non avevamo dubbi, che con un accompagnatore di lusso quale è BUTTAZZO Giammarco ha chiuso la gara in 29’37” in un arrivo, quasi un pò timido accanto al suo maestro, terzo MARINI FRANCESCO atleta della Tre Casali che, proprio nella gara casalinga, non poteva fare regalo più bello alla sua società, 31’19” il suo tempo. Sempre più brave e più veloci le atlete salentine che ormai si distinguono e primeggiano anche oltre regione .Un fulmine, ad un’eccellente media di 3’56” BOELLIS Luana della ASD La Mandra,che non ha lasciato speranze alle sue altrettanto forti avversarie, le quali si sono difese egregiamente: GEMMA Emanuela, anche lei giocava in casa e si è portata via un bel secondo posto assoluto correndo ad una media di 4’04 e GRASSO Sara della Podistica Parabita, terza, con uno stacco di soli 14” A questo punto mi piace sottolineare in modo particolare la quarta fortissima donna assoluta HAJNAIL DANIELA della Saracenatletica che domenica ha chiuso la sua gara in 37’56” e non solo, in piena preparazione per la II Maratona del Barocco del prossimo 26 novembre ( vincitrice della prima), gareggerà domenica 15 ottobre ’17 alla Pescara Marathon D’Annunziana. A lei voglio fare un particolare e personalissimo “in bocca al lupo” certa che saprà distinguersi grazie alla caparbietà e all’energia che la caratterizza, Daniela, corri e divertiti, noi ti seguiremo, ma soprattutto ti aspettiamo per vederti correre nella nostra Lecce.

Gli Abacussiani si sono presentati all’appuntamento con una formazione degna delle grandi occasioni, ben 36 iscritti tutti regolarmente presenti, quattro di essi hanno dato lustro alla società calcando il palco ma soprattutto il podio: 1° di categoria Antonio ZANCO, che, per un errore di Cronogare, inizialmente è risultato secondo ma vista la sua media di 4’26” in poco tempo è stato svelato il mistero, “non si scherza con i sentimenti vero Antonio”? Un altro meritatissimo 2° di categoria per Giuseppe DE MITRI, forza, costanza, giusta alimentazione e determinazione gli hanno permesso di correre ad una spaventosa media di 3’52” e chissà cosa ci riserverà ancora. Premiazione come 3° di categoria anche per Pasquale TONDO che con un’appetibile media di 4’03” è tornato nuovamente ai suoi tempi. E non poteva mancare il podio come 2° di categoria per il nostro simpatico ed energico Luigi MICCOLI che dal settimo km ha affiancato Rosy SCALINCI e da buon cavaliere l’ha accompagnata fino al traguardo, il loro uno dei tanti arrivi in coppia abacussiana della giornata, quelli che ci piacciono di più. Ed è proprio sugli atleti che hanno corso insieme e che soprattutto si sono divertiti, che mi voglio soffermare, su quelli che, sembra strano dirlo parlando di gara, si sono rilassati. Come si sono rilassati Umberto CANTELE e Michele EPIFANI che reduci da un lungo di 32 Km asfaltato il sabato (anche loro in piena preparazione alla Athens Marathon del 12.11.p.v) altro non potevano fare che, rallentare, chiacchierare e divertirsi insieme a Massimiliano PALAZZO (in ripresa dopo un fermo obbligato). Arrivo collettivo per Cosimo FIORE, Mauro CICCARESE, Davide MICCOLI, se si sono divertiti non lo so ma sicuramente hanno corso di brutto. Non poco si è divertito Enzo LEO che, simulando una finta stanchezza e lamentandosi ad alta voce, rallentava per dare alle due atlete alle sue spalle la possibilità, o meglio, l’illusione di poterlo superare, ma ogni volta che le due ragazze tentavano il sorpasso, miracolosamente Enzo risorgeva e si riprendeva aumentando l’andatura, facendole stancare ma soprattutto lasciandosele dietro, tutto questa scenetta ripetuta più volte e sempre con le due malcapitate, Enzo proprio un rientro alla grande, da attore consumato. Anche le cugine LOMBARDO, Grazia e Rosalba si sono divertite parecchio perché hanno avuto il piacere di ritrovarsi dietro a Simone Lucia in una domenica in cui sembrava esser tornato bambino. Nella sua originalissima divisa con le frange multicolor a mò di gonnellina, suonava ai campanelli e scappava via, poi si rivolgeva ai propri atleti, con toni non propriamente bassi, sottolineando che, “dietro, c’erano le atlete del prof. Dell’Atti che li potevano accusare”. Grazia e Rosalba divertendosi hanno anche migliorato la loro media, un successone. Sicuramente si sono divertiti Massimo e Angela quando a circa 400 metri dall’arrivo sono stati raggiunti dal mitico Enzo e tutti insieme, mano nella mano, hanno tagliato il traguardo con lui che li ammoniva a non correre troppo perché rischiava di cadere. Gara in compagnia anche per Andrea, Daniela e Cinzia, Villa Baldassarri in corsa, con un finale di cuore e di pancia per Cinzia: a meno di un km dall’arrivo, ha visto suo figlio Gabriele (che aveva già terminato la propria gara) andarle incontro e accompagnarla fino al tappeto rosso, Cinzia non solo si è divertita, ma sicuramente si è emozionata, e chi lo guardava più il garmin? Bentornata alle gare a Carla D’Elia, che in tutta tranquillità (da un po’ lontana dai 10 km) ha affrontato la gara da sola ma l’ha terminata nel migliore dei modi con suo marito Mimino che, negli ultimi 500m. è andato a prenderla per portarla all’arrivo, anche questo è amore!

A volte si partecipa senza badare al tempo, il garmin diventa superfluo quando si ha il piacere di correre con gli affetti vicini, con amici e con podisti che si divertono a far divertire.

 ll Salento Tour domenica a Parabita giungerà al capolinea con quella che viene definita da tanti una gara bellissima ma assai faticosa, per noi però “ammalati di corsa” le avventure e il divertimento non finiranno certamente il 15 ottobre, anzi, sempre più intrepidi, gli Abacussiani sono pronti ad affrontare nuove sfide, chi andrà a correre per 42 km ad Atene, a Firenze, a Lecce, chi per 21 ad Imola, chi nel Salento, chi andrà alla Corsa dei Santi nella capitale, chi continuerà ad asfaltare i 10 km e chi semplicemente ci proverà, che dire allora se non… “Buona corsa a noi”!

Classifica   Classifica Sociale 2017 Zip



Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Ottobre 2017 13:49