villaabacus

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Archivio gare Gare su STRADA nel 2017 SOLLEONE ALLA XIII SURBO IN CORSA

SOLLEONE ALLA XIII SURBO IN CORSA

E-mail Stampa PDF

surbo

Una domenica calda e afosa, con temperature  per nulla settembrine ma soprattutto  con un’umidità asfissiante e superiore alla media stagionale hanno fatto da cornice  alla XIII SURBO IN CORSA valida come 10^ prova del Salento tour, egregiamente organizzata dalla ASD Atletica Surbo con il patrocinio del comune di Surbo e della Fidal Lecce.

Gli organizzatori hanno colto l’occasione per ricordare due giovani ragazzi accomunati dallo stesso tragico destino, Carlotta e Lorenzo recentemente scomparsi in due distinti incidenti stradali. Un doveroso minuto di silenzio ha accompagnato il volo di tanti palloncini bianchi e solo l’applauso commosso di tutti ha spezzato la tristezza del momento e del ricordo.

Le gloriose note dell’inno nazionale hanno fatto il resto. Percorso invariato e non proprio lineare, oltre al caldo e all’umidità i 650 podisti hanno dovuto affrontare delle salite non proprio simpatiche tra strade comunali e periferia rovente e soleggiata. Tutti alla ricerca di un’anelita ombra. Tutti arrivati al traguardo degnamente abbronzati. Letteralmente baciati dal sole i primi due : Giammarco Buttazzo, (Casone Noceto) ed Emanuela Capasa (ATL Amatori Corigliano) arrivato solo due secondi dopo, (34:24). Terzo Tundo Gianluca, (Club correre Galatina), 34:47. Prima donna Gemma Emanuela (Tre Casali San Cesario), 41:04, seguita da  Stefania Scatigna (Salento is running) 41:53 e da Sara Grasso, (Podistica Parabita) 42:58.

Alla terzultima prova del Salento tour hanno risposto 36 abacussiani, assente giustificato il nostro caro Presidente, Giovanni Dell’Atti e la sua assenza si è fatta decisamente sentire. Primo tra tutti il solito e irrefrenabile imperatore Massimiliano Greco, 38:06 il suo tempo. 38.55 il tempo di Stefano Bardi. Un po’ di delusione per il podio sfiorato per Giuseppe De Mitri, un’emergenza al lavoro gli ha fatto perdere la serenità e soprattutto la concentrazione sulla gestione della gara, ottimo comunque il suo tempo, 39:47. Angelo Trevisi ha chiuso in 40:38, Tondo Pasquale con i suoi 41:05 è salito sul secondo gradino del podio e ha  portato a casa una bella bottiglia magnum di spumante rosè.  41:29 il tempo di  Michele Epifani,  43:25 del duetto Massimiliano Palazzo e Miccoli Davide,  anche questa volta Davide ha avvertito un po’ di stanchezza alternando il suo passo, specie durante l’ultima salita. 43:41 il tempo di  Fabrizio Dell’Anna, 44:15 quello di Carmelo Cairo.  Solito primo posto di categoria per  Antonio Zanco (45:16) e bottiglia magnum anche per lui. Dopo il nostro campione sono giunti al traguardo: Mauro Ciccarese (45:28), Cosimo Fiore (45:35), Arsenio Romano (47:00), Umberto Cantele (47:06). La nostra vicepresidente Giusy Miccoli (47:35),  è salita sul podio come quarta di categoria, Fernando Spagnolo (48:03), Daniele Sciuscio e Vincenzo Panariti (48:46), Angela Marinaci (48:48), anche per lei bel quarto posto di categoria, Antonio Guerrieri (49:19), Vincenzo Bagnardi (49:56), Massimo Caragiuli (51:56), Luciano Zaurito (53:29), Cosimo Scalinci (54:00), secondo posto di categoria e bottiglia magnum  per  Luigi Miccoli (55:15); Cosimo Visconti (55:31), Rosy Scalinci (57:16), secondo posto di categoria anche per Patrizia Grasso (58:23), bottiglia magnum per lei che voleva aprire per festeggiare simbolicamente  l’onomastico di Roberto e soprattutto per brindare al suo ritorno alle gare;  58:32 il tempo di Gaspare Bilardello. Grazia Lombardo  questa volta ha fatto da zavorra all’amico Cosimo Perrone della Podistica Trepuzzi, nonostante la non facilità della gara è riuscita a chiudere 11 secondi prima dell’ora.  Rosalba e Claudio Lombardo 1:00:33; podio come quinta di categoria per la "sorellina che ci sta prendendo gusto a salire sui vari podi; Selika Epifani ritornata tra noi dopo la festosa parentesi estiva, tra spiagge, mare, spritz e amici frizzy,  ha chiuso con profonda delusione dopo 1:00:55, delusione dettata dalla mancanza di allenamenti per un dolore alla caviglia, dal ricordo della precedente edizione chiusa in 49 minuti con podio e bottiglia magnum e soprattutto per essere arrivata al traguardo dopo la mamma. Forza Selika,  sappiamo che sei più veloce, la giornata e la gara non ti sono state propizie. Infine ultime due donne, Cinzia Miccoli (1:02:21) e Daniela Perrone (1:03). Una nota di colore l’hanno data   Carla e Stefania  decise a percorrere con noi le strade della gara rinunciando però ad entrare in classifica. L’Abacus alla terzultima prova del Salento Tour resta ancorata al quinto posto ma torna comunque a casa con cinque premi. Il prossimo importante appuntamento sarà tra ben tre settimane , tempo sufficiente per far tornare tutti in forma a Cavallino ma soprattutto a far tornare numerosa la partecipazione dei tanti abacussiani latitanti. 

Classifica


Ultimo aggiornamento Venerdì 22 Settembre 2017 12:55