villaabacus

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Archivio gare 2019 Articoli Gare A Maglie si corre in rosa

A Maglie si corre in rosa

E-mail Stampa PDF

rosaDate alle donne occasioni adeguate ed esse saranno capaci di tutto. Come dare torto al grande Oscar Wilde, bastava essere presenti a Maglie, giovedì 8 agosto, per capire di cosa sono capaci le donne quando si tratta di lottare per una giusta causa.  La corri in rosa – Corri con Sabrina 2019 non è stata una corsa agonistica ma una grande festa dove migliaia di donne hanno contribuito, ciascuna a suo modo, a far sentire la propria voce. Giunta ormai alla 5^ edizione la manifestazione, organizzata in maniera eccellente dall’ASD Podistica Magliese insieme alla Pro Loco UNPLI Maglie ha avuto, come le scorse edizioni, l’obiettivo di raccogliere fondi e sensibilizzare verso un corretto stile di vita delle donne sostenendo anche la ricerca scientifica per la cura dei mali più terribili.

Il ricavato è stato interamente devoluto a ROSA, rete oncologica ematologica salentina.  Piazza Aldo Moro era vestita di rosa, tutto profumava di donna. Gli organizzatori sono stati superlativi, hanno pensato ai minimi dettagli, mille luci rosa per illuminare il palazzo comunale, mille palloncini rosa per raggiungere tutte quelle donne che hanno lottato e che non ce l’hanno fatta, fuochi d’artificio per far sentire più forte l’eco della lotta a quel male insidioso che azzanna la nostra esistenza e migliaia di magliette rosa per dipingere quel quadro meraviglioso di chi ce l’ha fatta. L’entusiasmo è stato quel fil rouge che per tanti istanti ha fatto sentire tutti un'unica famiglia. Animatore della serata un grande Antonio Tau che, con la professionalità che lo contraddistingue, ha presentato la manifestazione, salutato le tante società presenti, ringraziato gli organizzatori e incitato tutti a schierarsi ai nastri di partenza. Con un fantastico sottofondo musicale il grande fiume rosa ha percorso i due giri per le vie del centro storico magliese,  coccolati da gruppi di pizzica, concertini moderni e favolose bambine in tutù pronte a danzare armoniosamente. Quest’anno le iscrizioni sono state aperte agli uomini, e, bisogna dare atto che hanno fatto la differenza. Non hanno indossato la maglietta rosa, destinata alle sole donne, ma si sono organizzati (pur non conoscendosi) e ci hanno stupito. Non si sono risparmiati, letteralmente, in trucco e parrucco, immedesimandosi per una serata nei tanti riti di cui sono protagoniste le donne, dagli ombretti brillanti ai rossetti sgargianti, dalle artificiali chiome sfiziose alle femminili gonne maliziose. Molti hanno fatto gruppo riscuotendo successi inattesi. Tante le donne che hanno voluto una foto ricordo. La manifestazione si è conclusa con premiazioni simboliche, il gruppo più numeroso, quello più colorato, quello più originale. I tanti gruppi hanno messo un pò in difficoltà gli organizzatori, c’era l’imbarazzo della scelta. Dal  gruppo degli angioletti,  donne deliziose con coroncine e ali piumate, al gruppo coloratissimo con gonnelline brillanti e coroncine luminose. Simpaticissimo il gruppo dei fenicotteri rosa, hanno  sfidato l’afosa serata indossando il salvagente must dell’estate. Lodevole la sensibilizzazione di chi ha fatto indossare un pettorale alle bambine e agli amici a quattro zampe. L’Abacus si è presentata a Maglie con una minuta presenza, promotrice la vicepresidente Giusy Miccoli che ha rarosa1ccolto le adesioni di Grazia, Selika, Alessandra, Fabiola e Lara e coinvolto Cristian, Massimiliano, Mauro e Mino. Questi ultimi tre hanno partecipato con l’intento di fare furore. E ci sono riusciti. Lunghe chiome bionde, super truccati e vestiti rosa succinti …quasi provocanti. La loro partecipazione è stato un successone. Massimiliano è stato persino premiato. Si è talmente impegnato nel travestimento che ha ricevuto il premio come “donna più brutta” in ex equo al simpaticissimo, amicone di tutti, Andrea Conte, (tripudio di fiori sulla gonna e chioma ramata per lui, en pendant con maglietta aderente e rossetto, ovviamente). Serata fantastica, da ripetere assolutamente. Agli organizzatori vanno i ringraziamenti e i complimenti a nome di tutta l’associazione che rappresento. Ogni tanto servono  queste bellissime e spensierate manifestazione “sportive”, si cammina, si corre, si chiacchiera e ci si diverte senza pensare a podi, punti e traguardi, l’unico obiettivo la solidarietà.

Ora rilassiamoci per questi ultimi giorni di agosto senza dimenticare il prossimo importante impegno previsto per domenica 25 agosto, l’Abacussiana.

Un felice e sereno buon Ferragosto.